Petizione al Presidente della Repubblica Italiana pubblicata su Change.org

Gli Associati fondatori dell’Associazione Trasparenza e Merito. L’Universita’ che vogliamo sono anche i promotori della petizione al Presidente della Repubblica Italiana attiva sulla piattaforma change.org
Il testo della petizione e’ il seguente:

Lettera al
Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

Il 10 novembre 2017 è stata formalmente costituita l’Associazione “Trasparenza e Merito. L’università che vogliamo”. Il sito web dell’Associazione e’ http://www.trasparenzaemerito.org
In tale profilo è pubblicato l’Atto Costitutivo e lo Statuto dell’Associazione, nel quale sono riportati i nomi, i cognomi e le qualifiche degli Associati fondatori, che sono gli stessi promotori della presente petizione.
Quest’ultima, in circa una settimana, ha già raccolto circa 5.000 sottoscrizioni.
Entro la fine del mese di novembre pubblicheremo la versione definitiva della petizione.
Chiediamo:
1) che i competenti organi politici censurino pubblicamente ed in maniera decisa, dal punto di vista dell’etica pubblica, i sempre più frequenti episodi di “malagestione” dei concorsi universitari, indipendentemente dalla rilevanza penale che possano assumere le condotte dei singoli;
2) che venga istituito un osservatorio nazionale dei concorsi universitari, al fine di prevenire – e, se del caso, segnalare alle competenti Autorità – qualsivoglia irregolarità nelle procedure di assunzione dei docenti universitari.

Incarico al figlio del prof., no del Tar Abruzzo

Il Centro del 17 Aprile 2018 pubblica l’articolo: “Incarico al figlio del prof., no del Tar”, relativo al ricorso presentato dalla Dott.ssa Agnese Rapposelli di cui abbiamo gia’ dato notizia della relativa sentenza.

Il testo pdf dell’articolo e’ disponibile qui.

Di seguito la stessa notizia e’ stata anche pubblicata su Il Messaggero Abruzzo del 17 Aprile 2018

 

Accolto il ricorso al TAR della Dott.ssa Agnese Rapposelli

Con sentenza n. 00140/2018, del 13 aprile 2018, il TAR dell’Abruzzo accoglie il ricorso della Dott.ssa Agnese Rapposelli, nostra iscritta. Segue un estratto:

‘… P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo sezione staccata di Pescara (Sezione
Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie
nei sensi e limiti di cui in motivazione, e, per l’effetto, dispone che l’Università intimata
proceda, attraverso una commissione esaminatrice in composizione diversa da quella che
ha espresso il contestato giudizio di idoneità, a nuova valutazione comparativa dei
candidati, con procedimento che deve essere concluso entro e non oltre il termine di 90
(novanta) giorni dalla comunicazione in via amministrativa o, se anteriore, dalla
notificazione della presente pronuncia.’

Il testo completo della Sentenza (cliccare qui)

Respinto dal TAR Lazio il ricorso contro il Decreto Ministeriale 18 febbraio 2016 n. 78


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from giustizia-amministrativa

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsin...

Il TAR Lazio respinge il ricorso seguente:

“Con il ricorso collettivo in epigrafe i ricorrenti – tutti ricercatori a tempo indeterminato che aspirano all’incarico di Professore Associato- dopo avere esposto in premessa il diverso trattamento riservato dal legislatore ai ricercatori a tempo determinato- RTD (per i quali, laddove abbiano ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di Professore associato, l’Università di appartenenza dopo il triennio dall’immissione in servizio ha l’obbligo di valutarli ai fini dell’immissione nel ruolo dei Professori associati) rispetto ai ricercatori del ruolo ad esaurimento a tempo indeterminato-RTI, per i quali non sussiste analogo obbligo (con la conseguenza che i predetto, anche ove abilitati, per poter aspirare al posto di Professore associato, devono attendere che venga bandita un’apposita procedura comparativa, magari in un’Università diversa da quella di appartenenza), hanno impugnato il Decreto Ministeriale 18 febbraio 2016 n. 78, recante “Piano straordinario 2016 per il reclutamento ricercatori di cui all’articolo 24, comma 3, lettera b) della legge 240/2010”, ritenendolo concretamente lesivo del proprio interesse alla nomina a professore di seconda fascia. …”

“Isolato per aver contestato un concorso”. La denuncia del professore di Linguistica dell’Università di Palermo

“Isolato per aver contestato un concorso”. La denuncia del professore di Linguistica dell’Università di Palermo. Il dialettologo Michele Burgio, 36 anni: “I miei colleghi dicevano: diventerai un appestato”. Il Tar Sicilia sospende l’esito della prova: “Ha vinto l’allievo del presidente di commissione”, di Corrado Zunino, pubblicato su Repubblica del 4 aprile 2018.

Il nostro iscritto Dott. Michele Burgio ottiene un’ordinanza favorevole dal TAR Sicilia

Il TAR Sicilia accoglie la richiesta di sospensiva in via cautelare presentata dal Dott. Burgio in merito a concorso relativo a 1 posto di ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di scienze umanistiche – S.C. 10/F3 “Linguistica e Filologia Italiana” – S.S.D. L.-FIL_LET/12 “Linguistica Italiana” dell’Università degli studi di Palermo.

Estratto dall’ordinanza “Ritenuto che, a una prima sommaria cognizione, il ricorso appare assistito da adeguato fumus boni juris quanto meno con riferimento alle censure riferite ai criteri di valutazione dei titoli individuati da parte della Commissione esaminatrice;
Ritenuto, in particolare, che l’ampia discrezionalità caratterizzante l’attività in questione sembrerebbe essere stata esercitata in maniera illogica e irragionevole …”

Il testo completo dell’ordinanza del TAR Sicilia favorevole al Dott. Burgio e’ disponibile qui (clicca qui)

Richiesta di chiarimenti sul caso del Dott. Giambattista Scirè da parte di studiosi italiani

Riportiamo di seguito la lettera aperta con cui alcuni studiosi italiani chiedono chiarimenti sul caso del Dott. Giambattista Scirè. Si unisce alla richiesta di chiarimenti anche l’Osservatorio Indipendente Concorsi Universitari.

Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo
http://www.trasparenzaemerito.org

Comunicato Stampa

c.a.
Magnifico Rettore
Prof. Francesco Basile
Università degli Studi di Catania
Sua sede
PEC: protocollo@pec.unict.it

e p.c.
Magnifico Rettore
Prof. Gaetano Manfredi
Presidente della C.R.U.I.
Sua sede
PEC: segreteria.crui@pec.it

Roma, 7 marzo 2018

L’Associazione Trasparenza e Merito. L’università che vogliamo, venuta a conoscenza della vicenda giudiziaria pluriennale che riguarda il Dott. Giambattista Scirè, del fatto che con sentenza N. 2111/20l7 del T.A.R. Sicilia (sez. di Catania), e successiva comunicazione del 14 Novembre 2017, n. protocollo 136113, dell’Area di Gestione Amministrativa del Personale, si dichiara il Dott. Giambattista Scirè vincitore della selezione pubblica per la stipula di un contratto di lavoro di ricercatore a tempo determinato presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Catania (sede decentrata di Ragusa) e delle recenti comunicazioni intercorse tra il Dott. Scirè e l’Ateneo di Catania
CHIEDE
rispettosamente al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Catania di rispondere pubblicamente alle seguenti domande. L’Associazione darà pubblicità alle risposte ricevute con ogni canale e mezzo a sua disposizione.
Domande:
1) perché l’ateneo non ha provveduto ad eseguire la sentenza N. 1562/2014 del T.A.R. Sicilia (CT) non appena esecutiva e come mai non ha sospeso, per tempo, la candidata illegittimamente dichiarata vincitrice, invalidando la procedura per la richiesta di proroga del contratto?
2) perché è stato sottoposto al Dott. Scirè un contratto anomalo per Ricercatore t.d. di soli 4 mesi per “esigenze didattiche” e non un regolare contratto triennale in ottemperanza della suddetta sentenza?
3) e’ stata attivata, successivamente, la procedura relativa alla richiesta di proroga del biennio di ricerca del Dott. Scirè? Chi e’ il responsabile del procedimento?
4) poiché la valutazione di fine triennio non e’ ancora stata effettuata e quindi nulla e’ stato deciso in merito alla proroga di ulteriori due anni del contratto, il Dott. Scirè dovrebbe ancora apparire nell’elenco personale ricercatore del Dipartimento di Scienze Umanistiche e/o della Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature Straniere dell’Ateneo, perché, quindi, il nome del Dott. Scirè non appare, pubblicamente, sul sito di ateneo? e per quale ragione il Dott. Scirè non dispone di un ufficio presso la sede decentrata di Ragusa dell’Ateneo?
5) perché, dopo il decreto del Tribunale di Catania che ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti della commissione della suddetta selezione pubblica, individuando come parti offese, oltre al Dott. Scirè, anche l’Università di Catania, l’Ateneo non è stato presente all’udienza e non si è ancora costituito parte civile al processo?

La risposta alle suddette domande può essere comunicata tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo:
Associazione Trasparenza e Merito. L’universita’ che vogliamo
presso lo Studio Legale Grüner Dinelli
Via Dandolo n. 19/A
00153 – Roma (Trastevere)

Ringraziando in anticipo il Magnifico Rettore dell’Ateneo Catanese per la sua cortese attenzione, restiamo in attesa di leggere le sue risposte alle domande qui indicate.
Gli studiosi firmatari:

Avv. Giuliano Grüner, Avvocato Cassazionista, Professore Universitario Aggregato di Diritto Amministrativo, A.S.N. Professore Universitario di Prima Fascia di Diritto Amministrativo
Prof. Filippo Neri, DIETI, Università di Napoli Federico II
Prof. Giuseppe Carlo Marino, ordinario di Storia Contemporanea
Dott. Andrea Ciampalini
Prof. Marco Merafina
Prof. Riccardo Cavallo
Ricercatore Johnny Padulo
Dott.ssa Martina Sartori, European Commission – JRC Seville
Prof. Roberto Roson, Dipartimento di Economia, Università Ca’ Foscari, Venezia
Dott. Matias Diaz
Dott. Gaetano Chiricolo. Ricercatore Med 11, Univ. Roma 2
Prof. Saverio Regasto, Università degli Studi di Brescia
Dott. Cerasi
Antonio Politano
Prof.ssa ordinaria abilitata Sabina Passamonti
Prof. Gianfrancesco Vecchio
Marilena Cipollaro
Michele Sbacchi, MPhil PhD, Associate Professor of Architectural Design, Universita’ of Palermo
Dott. Sandro Magrì
Dott.ssa Anna Lisa Somma
Dott.ssa Agnese Rapposelli
Dott.ssa Francesca Vannini
Dott. Tiziano Mancino
Cecilia Scoppetta, PhD, ricercatore indipendente
Angela Bellia – Marie Curie Researcher
Dott. Mario Minacapilli, PhD Università di Palermo
Dott.ssa Antonella Fioravanti, Dirigente medico primo livello Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena
Dott. Antonio Zuorro
Prof. Piero Graglia
Prof. Angelo d’Orsi, Ordinario di Storia del Pensiero Politico, Dipartimento di Studi Storici, Università di Torino
Giancarla Codrignani, docente e giornalista, ex Parlamentare della Repubblica
Prof. Umberto Melotti
Prof. Luigi Piga
Prof.ssa Helga di Giuseppe
Dott. Geo Magri
Prof.ssa Alice Baradello
Dott. Fabio Licciardello
Michael Donadelli, PhD, Assistant Professor of Finance, Research Center SAFE
Dott.ssa Luisella Tizzi
Dott.ssa Sara Peticca ex ricercatrice a tempo determinato
Prof. Dr. Augusto Cosentino, PhD
Dott.ssa Serena Zanetto, dottore di ricerca
Dott.ssa Maria Ausiliatrice Puglisi
Dott.ssa Maria Pirulli
Prof. Sabrina Lanni UMG
Avv. Antonio Ciotola
Dott. Massimo Bisson, PhD
Dott.ssa Margherita Sulas, PhD Storia Moderna e Contemporanea, Ricercatore indipendente
Delia Evelina Bruno, Ricercatore CNR
Avv. Cavallaro, Studio Legale Cavallaro
Prof. Giada Giudice, Visiting Professor, Oxford University, The Classical Art Research Centre
Prof. Chiara Maccato, Dipartimento di Scienze Chimiche, Università di Padova
Prof. M. Filippa Addis, Università Statale di Milano
Dott. Francesco Tulone
Prof. Euclide Tonelli
Arch. Andrea Bulleri
Prof. Adamo Domenico Rombolà
Senatore Prof. Nicola Morra
Dott.ssa Laura Giusti (Università di Pisa)
Dott. Salvatore Fiorentino
Dott. Alessandro Guaraglia, Università di Sassari
Dott. Arch. Federica Fernandez
Prof. Renato Pace, AFAM – Alta Formazione Artistica e Musicale, Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Caltanissetta
Prof. Giuseppe Mariotta
Prof. Michele Burgio, Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore Associato, Professore a contratto di Linguistica Italiana – Cds in Lettere – AA.AA. 2015/2017, Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale – Università di Palermo
Adamo Domenico Rombolà, Università di Bologna
Dott. Ing. Giuseppe Bonanno, Dip. Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali, Università di Catania
Anna Maria Monteverdi, Ricercatore Dipartimento Beni Culturali e ambientali, Prof, Aggregato, Università Statale di Milano
Matilde Carabellese, Phd Geografia dello sviluppo, Università di Napoli “Orientale”
Dott.ssa Claudia Scorolli

Segue anche la lettera aperta con la raccolta delle firme di altri studiosi italiani promossa dall’Osservatorio Indipendente Concorsi Universitari

 

Solidarietà alla Prof.ssa Maria Grazia Turri intervistata a Presa Diretta. Denuncia l’attuale sistema dei docenti a contratto: pagata 3 euro lordi a ora

La Prof.ssa Maria Grazia Turri insegna Teoria e Filosofia dei Linguaggi al Dipartimento di Management dell’Universita’ di Torino. In questa intervista a Presa Diretta (a partire da 30 secondi nel video) denuncia la condizione dei docenti a contratto pagati anche solo 3 Euro e nove centesimi l’ora. L’Associazione Trasparenza e Merito esprime la propria solidarietà alla Prof.ssa Turri e si dissocia dal ‘sistema di esercizio del potere’, come ben dice la Prof.ssa Turri nell’intervista, che rende possibile lo sfruttamento di molti docenti a contratto in servizio presso l’Accademia Italiana.

Il Dott. Pierpaolo Sileri, uno dei fondatori dell’Associazione, e’ stato eletto Senatore della Repubblica nel M5S

Con piacere comunichiamo che il Dott. Pierpaolo Sileri, associato fondatore dell’Associazione Trasparenza e Merito, e’ stato eletto Senatore della Repubblica candidandosi nelle liste del Movimento 5 Stelle.
L’Associazione Trasparenza e Merito tutta si felicita con Pierpalo Sileri per l’ottimo risultato ottenuto e gli Augura Buon Lavoro durante la prossima Legislatura.